Corsi lingua Cinese

Corsi cinese Milano

La Cina del Nord-Ovest

Nei Menggu (Mongolia Interna), capoluogo Hohhot.
    Confinante con la Mongolia, questa provincia dalla cultura musulmana è occupata dalla steppa. Il suo clima è molto rigido.
    Ningxia Hui, Capoluogo Yinchuan.
    Questa provincia è poco industrializzata, ma grazie al Fiume Giallo ha un elevato potenziale di energia idroelettrica. Ha ricchi giacimenti di petrolio.
    Xinjiang, capoluogo Ürümgi.
    Confina con l’ex URSS. Questa estesa provincia ha pochi abitanti, facenti parte di diverse etnie di cultura musulmana.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

La Cina del Nord

Hebei, capoluogo Shijiazhuang.
    In questa provincia vi sono la capitale Pechino (Beijing) e Tianjin, due municipalità a statuto speciale. Il suo territorio, ricchissimo di località turistiche, è solcato da un grande numero di fiumi, ha due importanti laghi e 500 km di costa. Molto rilevante è la produzione di frumento e cotone.
    Shandong, capoluogo Jinan.
    Secondo la tradizione questa zona è popolata da persone alte, forti e sincere. Una volta il Fiume Giallo procurava grandi disagi alla popolazione per via delle sue continue inondazioni e tutte le volte che c’era la carestia la gente abbandonava la zona.
    Henan, capoluogo Zhengzhou.
    In questa provincia c’è il monastero buddhista di Shaolin “Culla delle Arti Marziali”, e Kaifeng, un’antica capitale del passato.
    Shaanxi, capoluogo Xi’an.
    Xi’an un tempo si chiamava Changan e fu una splendida capitale del passato. Siamo nel cuore della Cina, vi scorre il Fiume Giallo, c’è il famoso Esercito di Terracotta e si possono vedere molti palazzi antichi.
    Shanxi, capoluogo Taiyuan.
    È una zona povera anche se la sua terra è molto fertile. Il Fiume Giallo con le sue varie inondazioni ha sempre causato gravi problemi.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

La Cina del Nord-Est

Heilongjiang, capoluogo Harbin.
Paese ricco di foreste, petrolio e industrie. Culturalmente è molto influezzato dall’ex-URSS.
Jilin, capoluogo Changchun.
Simile alla Corea per lingua e cultura: i suoi abitanti sono abilissimi a ballare. Produce il riso migliore di tutta la Cina e la maggiore esportazione è costruita dal ginseng.
Liaoning, capoluogo Shenyang.
Regione dell’ultimo iperatore: a Shenyang c’è il Palazzo Imperiale. Razza mancese. Il paese produce moltissimo carbone e antracite.
L’antico nome di queste tre provincie è: Manciuria.

La Cina Centrale

Jiangsu, capoluogo Nanchino (Nanjing).
    Questa provincia è ricca di floride città, delle quali Shanghai è la più grande. Durante la dinastia Tang (618-907) fu la patria di grandissimi poeti.
    Anhui, capoluogo Hefei.
    I fiumi, a causa delle loro improvvise inondazioni, hanno sempre causato molti problemi alla popolazione di questa provincia abbastanza povera in quanto a sviluppo industriale ma ricca di giacimenti di carbone, ferro e rame.
    Hubei, capoluogo Wuhan.
    Ricca di giacimenti di rame e carbone, produce inoltre molto riso e grano. L’industria è concentrata intorno a Wuhan. In questa provincia c’è l’unica foresta vergine della Cina orientale.
    Hunan, capoluogo Changsha.
    Tra le prime province per l’alta produzione di riso e tè, questa zona della Cina è anche ricca di giacimenti di minerali quali piombo, stagno, zinco, antimonio, manganese e tungsteno. Notevole è anche l’artigianato, le industrie tessili, cartarie ed alimentari. A Changsha nacque e studiò Mao Tze Tung.
    Jiangxi, capoluogo Nanchang.
    Ricchissima di carbone, questa provincia si distingue per l’alta qualità della sua porcellana.
    Zhejiang, capoluogo Hangzhou.
    Eccetto il Ningxia Hui e le isole di Hainan e Taiwan, è la provincia più piccola della Cina. Ricca di bellezze naturali e luoghi storici, primeggia da sempre nelle varie arti tradizionali come pittura, calligrafia e poesia. Ha una notevole industria leggera e con i suoi 6.300 km di costa è uno dei quattro maggiori centri del paese per la pesca e l’itticoltura.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

La Cina del Sud-Ovest

Sichuan, capoluogo Chengdu.
    È una provincia vasta e fertile. Una sua città, Chongqing, è un vero e proprio centro industriale con migliaia di fabbriche impegnate nelle varie produzioni tessili, metallurgiche, meccaniche, chimiche e cartarie.
    Yunnan, capoluogo Kunming.
    Questa bellissima terra ospita oltre venti minoranze etniche. Qui si produce molto tabacco e gomma. Kunming, per il suo splendido clima, è chiamata la “Città dall’Eterna Primavera”.
    Guizhou, capoluogo Guiyang.
È una delle provincie più povere della Cina, anche se avrebbe grandi risorse di carbone, ferro, manganese e alluminio. Dal punto di vsita naturalistico questa provincia è bellissima. Qui si produce il maotai, un famosissimo liquore.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

La Cina del Sud

Guangdong, capoluogo Guangzhou.
    Economicamente è una delle province più prospere della Cina. In questi ultimi anni la città di Shenzhen, confinante con Hong Kong, ha conosciuto un grande sviluppo industriale.
    Guangxi Zhuang, capoluogo Nanning.
    Confinante col Viet Nam, ha un’industria leggera non molto sviluppata, ma un alto potenziale di risorse idroelettriche. Al Nord vi è una città molto bella: Guilin.
    Fujian, capoluogo Fuzhou.
    Culturalmente e industrialmente, questa provincia è molto avanzata.
    Hainan, capoluogo Haikou.
    È una bella isola dal clima tropicale. Vi si coltiva nove di cocco e caffè. È scarsamente popolata.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

 

logofooter

Corsi cinese Milano

Un viaggio di mille miglia comincia da un solo passo

Newsletter



Ricevi HTML?
Code: catchme refresh

Poesie Cinesi

Wang Wei

Canto d’uccelli nella golamontana

Pigro, come un fiore d’osmanthus

Quieta la notte, primavera: lamontagna è vuota

Sorge la luna, spaventa gliuccelli sulla montagna

Ancora cantano nella gola, inprimavera.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information