Corsi lingua Cinese

Corsi cinese Milano

La lingua cinese

La lingua cinese è una delle più antiche del mondo e si è evoluta in un arco di tempo di 5000-6000 anni.
    Considerando che la popolazione cinese oggi supera di gran lunga il miliardo, si può affermare che il cinese scritto è utilizzato da circa un quarto della popolazione mondiale.
    La scrittura cinese è senza dubbio piena di fascino. I suoi caratteri hanno subito numerose trasformazioni nel corso dei millenni.
    La lingua cinese non è una lingua alfabetica e pertanto utilizza dei caratteri speciali chiamati hanzi (lettere zi della dinastia Han, 206 a.c. – 220 d.c.). Nonostante il più grande dizionario della lingua cinese, lo “Hanyu Da Zidian”, raccolga 54678 caratteri, nella lingua parlata se ne usano più o meno 1000 che permettono la composizione di circa 3000 parole.
 Foneticamente ogni carattere cinese corrisponde ad una sillaba, mentre dal punto di vista semantico ogni carattere è quasi sempre portatore di un significato definito.
Le parole, ovvero le unità sintattiche libere come nomi, aggettivi, verbi ecc., tendono, nella lingua cinese moderna, ad essere sempre più dei composti polisillabici, formati cioè da due o più caratteri.
Nella Cina Popolare è più frequente scrivere i caratteri in senso orizzontale, da sinistra verso destra e dall’alto verso il basso per le righe successive, mentre a Taiwan si preferisce il sistema tradizionale, ovvero quello di procedere verticalmente, dall’alto verso il basso e da destra verso sinistra (in questo caso la prima pagina di ogni libro o quaderno risulta dalla parte opposta a quella dei libri stampati in occidente).
Nella Cina Popolare inoltre si utilizzano, per 2338 caratteri, le loro rispettive forme semplificate, per facilitare l’apprendimento alle grandi masse.
La lingua cinese scritta, indipendentemente dal fatto che si usino o meno i caratteri semplificati, è unica. La lingua cinese parlata invece varia sensibilmente da una provincia ad un’altra. Allo scopo di uniformare la pronuncia dei caratteri alla lingua nazionale (putonghua), diversi sistemi di traslitterazione fonetica sono stati sperimentati per avere un’unica pronuncia comprensibile da tutta la popolazione cinese. Attualmente sia nella Cina Popolare che all’estero si utilizza maggiormente il sistema chiamato pinyin.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

 

logofooter

Corsi cinese Milano

Un viaggio di mille miglia comincia da un solo passo

Newsletter



Ricevi HTML?
Code: catchme refresh

Poesie Cinesi

Dongpo

Ricordo

A cosa possiamo paragonare la nostra vita?

A uno stormo di anatre

Che atterrino sulla neve

Che talora lasciano tracce del loro passaggio.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information