Corsi lingua Cinese

Corsi cinese Milano

La medicina tradizionale cinese

Dalla mitologia cinese si apprende che tra gli anni 2698 e 2598 a.c. visse il leggendario Imperatore Giallo Huang Di, autore del “Classico della Medicina”. Si apprende anche che il “Classico delle Erbe” fu scritto da Shen Nong, un altro imperatore leggendario vissuto ancor prima di Huang Di. Questi due antichissimi testi rappresentano il fondamento culturale della medicina tradizionale che, in accordo con il pensiero filosofico cinese, ritiene che l’energia che pervade tutto l’universo (qi) e che ci tiene in vita fluisca bene solo se in armonia con lo Yin e lo Yang, ovvero con tutti gli aspetti della vita in relazione ai loro contrapposti. Lo Yin e lo Yang però, senza l’esistenza e l’azione di cinque elementi produttivi e allo stesso tempo distruttivi di tutto il creato, non avrebbero senso. Ecco quindi che il qi o energia vitale è il frutto dell’interazione del Metallo, dell’Acqua, del Legno, del Fuoco e della Terra. Lo Yin e lo Yang (il negativo ed il positivo) invece rappresentano il Tao, la sua “Via”: il fluire di questa energia in equilibrio o in accordo con la natura.
    La donna e l’uomo rappresentano rispettivamente lo Yin e lo Yang. In base all’anno di nascita e ad altri complessi calcoli di natura medico-astrologica un uomo o una donna possono appartenere ad uno dei cinque elementi. In breve, quando un medico tradizionale cinese visita un paziente, prima di prescrivere una terapia adeguata, deve individuare le cause che hanno determinato lo squilibrio della sua energia vitale.
    Secondo la medicina tradizionale cinese le parti vitali del corpo umano non sono isolate ma legate insieme agli altri organi tramite l’energia vitale e non esiste la divisione in medicina interna e chirurgia. Le relazioni tra l’essere umano e la natura sono molto strette così è logico pensare che ogni cambiamento della natura possa influenzare ogni parte vitale del corpo. Anche per la cultura cinese prevenire è meglio che curare: una buona ginnastica quotidiana, non esagerare mai nel mangiare, svegliarsi all’alba e riposare al tramonto, sono i segreti per vivere sani e a lungo.
    La medicina tradizionale cinese quindi è molto diversa dalla nostra. Il suo metodo di cura più conosciuto nel mondo è l’agopuntura: esso consiste nel conficcare in determinati punti del corpo del malato dei sottilissimi aghi d’oro o d’argento e nel farli vibrare. Questo metodo cura molte malattie e viene usato anche al posto dell’anestesia negli interventi chirurgici.
    Un altro metodo terapeutico famoso è la pratica del tai jiquan che consiste in speciali esercizi di respirazione eseguti durante una “ginnastica lenta” che assomiglia ad un balletto al rallentatore. In realtà il tai ji quan è un’arte marziale molto sofisticata che permette a chi la pratica di ottenere un alto grado di armonia psicofisica.
    Per curare le malattie i cinesi non ricorrono a medicine chimiche ma a sostanze naturali di origine vegetale o animale, come il famoso jinseng (una radice che serve come ricostituente) o il “balsamo di tigre” (una pomata che serve per curare il raffreddore, il mal di testa ed alcuni dolori reumatici).

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

 

logofooter

Corsi cinese Milano

Un viaggio di mille miglia comincia da un solo passo

Newsletter



Ricevi HTML?
Code: catchme refresh

Poesie Cinesi

Ye Si

Pensiero notturno 

Dinanzi al mio letto la chiara luce della luna

O forse la brina si è posata a terra

Alzo il capo: vedo la chiara luna

Chino il capo: penso alla terra natale.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information