Corsi lingua Cinese

Corsi cinese Milano

Lo spirito

La spiritualità in Cina si fonda sopratutto sul taoismo, sul confucianesimo e sul buddhismo, mentre il cristianesimo, il giudaismo e l’islamismo hanno avuto solo un’importanza marginale.
    Il taoismo è la filosofia del Tao. Tao o Dao significa “Via”. La Via della Natura e dell’uomo, quindi del suo destino, del suo fato.
    La filosofia taoista ha sempre “cozzato” contro quella confuciana meno “naturale” e molto più intellettuale.
    Il confucianesimo si piò definire il culto della società per eccellenza. Indipendentemente dai suoi doveri, più l’uomo sarà un “animale sociale” più avrà diritti. Secondo il confucianesimo, la famiglia è la principale forma di società. Quando la vita in famiglia scorre fluidamente vuol dire che ogni membro di quest’ultima si attiene alle proprie mansioni. Il padre è il capo famiglia e pertanto è il principale responsabile di tutto ciò che accade. La madre, finchè il primogenito non è abbastanza grande, è la vicecapofamiglia e così via. Villaggi, paesi o città non sono altro che grandi gruppi di famiglie e necessitano quindi di un capo. Lo Stato è costituito dall’insieme di queste realtà.
    Il confucianesimo ha moltissime regole che vengono osservate e manifestate attraverso innumerevoli forme cerimoniali chiamate Li. Tra questi riti non mancano quelli di rispetto alla memoria dei parenti defunti. Il culto degli antenati, pratica antichissima, richiama al massimo ordine sociale perchè se non si seguirà la retta via si subirà l’ira degli antenati. Questo aspetto è rivolto particolarmente a tutti coloro che rivestono nella società incarichi importanti e di responsabilità. Così anche il confucianesimo, che non è una religione quanto piuttosto un sistema di regole sociali, può apportare nutrimento spirituale all’uomo.
    Quando, nel II secolo d.c., il buddhismo indiano cominciò a penetrare nella cultura cinise, all’inizio fu considerato un’interpretazione occidentale del taoismo, presentò subito i tratti caratteristici di una religione destinata a soddisfare i bisogni spirituali di tutti, dalla gente più umile fino all’imperatore. I buddhisti credono che la sofferenza umana nasca dall’attaccamento alle cose, perciò soltanto liberando l’animo da ogni forma di desiderio si piò ottenere la felicità. Il nirvana, lo stato in cui l’io si dissolve nel nulla, è la meta della spiritualità buddhista. I buddhisti credono, alla stessa guisa della teoria della metempsicosi del filosofo greco Pitagora, nella trasmigrazione delle anime o ciclo delle rinascite (samsara) e nella legge del karma (atto), che condiziona l’avvenire di un essere nonchè le sue vite future.
    Non ci si deve stupire di vedere che in Cina le statue delle principali divinità sono raggruppate in un unico tempio: Lao zi (taoismo), Confucio e Buddha rappresentano per l’anima cinese una sorta di sinolo culturale e spirituale.
    Il cristianesimo, nella sua forma nestoriana, arrivò in Cina durante la dinastia Tang. Nel XIII secolo arrivarono i primi missionari francescani e nel XVI secolo Matteo Ricci, un missionario gesuita, fondò le prime missioni che consentirono i primi scambi culturali tra Cina ed Europa.
    Il giudaismo comparve durante la dinastia song ma se ne perse ogni traccia nel XVIII secolo.
    L’islamismo, tuttora presente in Cina, fu introdotto durante la dinastia Tang dai mercanti arabi ed ebbe un certo sviluppo durante la dinastia mongola degli Yuan.

Testo tratto da "Cartoline da una Cultura Altra", la Cina, di Gaspare Errigo e Beatrice Bottonelli, Edizioni EMI Bologna.

 

logofooter

Corsi cinese Milano

Un viaggio di mille miglia comincia da un solo passo

Newsletter



Ricevi HTML?
Code: catchme refresh

Poesie Cinesi

Dongpo

Ricordo

A cosa possiamo paragonare la nostra vita?

A uno stormo di anatre

Che atterrino sulla neve

Che talora lasciano tracce del loro passaggio.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site

EU Cookie Directive Plugin Information